Soluzioni software Clinika: esperienze a confronto sull’appropriatezza prescrittiva.

Nella sede di Maps Group, il 21 settembre 2018, si è svolto un meeting tra addetti ai lavori dopo i primi cinque anni di vita e utilizzo del prodotto.

Un momento di dialogo su Clinika e sull’appropriatezza prescrittiva, per raccontare le esperienze sul campo e stimolare un confronto, tra gli addetti ai lavori, dopo i primi cinque anni di vita e utilizzo del prodotto che individua i potenziali eccessi di prescrizione in ambito sanitario con l’obiettivo di gestirli al fine di contenere la spesa e migliorare l’efficienza della clinical governance.

Il 21 settembre 2018 si è svolto, presso la sede di Parma di MAPS Group, un meeting che ha riunito utenti della soluzione Clinika e nuovi potenziali fruitori. Fabrizio Selmi, Healthcare ICT Market Specialist presso IG Consulting, ha introdotto l’incontro con una presentazione della soluzione Clinika a tutti i partecipanti. Sono seguiti gli interventi

  • delle AUSL e AUSLL che già utilizzano il prodotto, le quali hanno illustrato le loro esperienze,
  • di IG Consulting, che ha presentato alcune novità riguardanti le soluzioni basate su Clinika.

AUSL di Reggio Emilia: implementazione di una soluzione SW per la valutazione dell’Appropriatezza Prescrittiva nella specialistica ambulatoriale.

Per la AUSL di Reggio Emilia è intervenuta la Dott.ssa Eletta Bellocchio (Specialistica ambulatoriale del Dipartimento Cure Primarie e Responsabile unico dell’accesso nell’ambito del programma per il contenimento dei tempi di attesa) la quale ha esposto un case study sull’implementazione di una soluzione per l’appropriatezza prescrittiva.

L’azienda USL di Reggio Emilia dispone di propri protocolli prescrittivi messi a punto da appositi gruppi di lavoro. A partire da tali protocolli, operando su vari ambiti (TAC, Risonanze, Colonscopia, Gastroscopia, Ecografie), sono via via state implementate nel sistema le “regole prescrittive” attraverso le quali viene effettuata la valutazione del livello di appropriatezza delle prescrizioni.

In questo modo sono state prodotte le informazioni analitiche che hanno consentito, attraverso opportuni passaggi con i medici prescrittori (confronto sulle problematiche, analisi delle criticità, formazione) di ottenere importanti miglioramenti nei livelli di appropriatezza e nei volumi di prestazioni prescritte.

Dall’esperienza della ASL di Reggio Emilia emerge, in sintesi, l’indicazione che “l’appropriatezza nelle scelte in sanità rappresenta oggi l’unica strada per salvare il SSN senza ridurre i servizi, e che, a tal fine, è inevitabile intraprendere un percorso di crescita culturale dei professionisti e una comunicazione adeguata e trasparente ai cittadini”.

ASP Messina: un progetto per il supporto alla Prescrizione Appropriata di Esami di Diagnostica per immagini.

L’attenzione si è poi spostata sul progetto, sperimentato presso l’ASP Messina, per un sistema computerizzato di supporto al medico direttamente nella fase di rilascio di prescrizioni di esami di diagnostica per immagini. Lo scopo è quello di aiutare il Medico Prescrittore a prescrivere gli esami maggiormente appropriati, eventualmente anche attraverso la consulenza diretta di Medici specialisti.

Come esposto dal Prof. Placido Romeo, Primario di Radiologia dell’Ospedale Taormina, ASP Messina, sono state implementate due azioni:

  1. Un servizio computerizzato che interagisce con il Medico e lo guida alla prescrizione più adeguata;
  2. La realizzazione di strumenti per la collaborazione tra Medici Prescrittori e Specialisti Radiologi.

Il risultato è stato inequivocabile: sulla totalità dei casi “supportati” dal servizio, l’89% è stato giudicato utile per la valutazione statistica. Dalla stessa, è emersa una potenziale riduzione di circa il 20% delle prescrizioni considerate inappropriate.

AULSS3 Serenissima e la soluzione BOND.

È seguita una sintesi della case history, presentata da Fabrizio Selmi, della AULSS3 Serenissima.

In tale realtà, l’utilizzo della soluzione BOND, che si affianca a un impianto standard Clinika/Appropriatezza prescrittiva, integrandosi con la soluzione CUP Aziendale consente di intercettare e gestire preventivamente con il medico prescrittore le casistiche a maggiore rischio di inappropriatezza.

ULSS9 Scaligera: la valutazione della Appropriatezza Prescrittiva dei MMG.

È poi stata la volta dell’Ing. Andrea Oliani, Responsabile UOS Sistemi Informativi dell’Azienda ULSS 9 Scaligera.

Dalla ricerca, nel 2015, di un adatto sistema informatizzato che consentisse di interagire con tutti i medici prescrittori, fornendo loro un feed back sull’appropriatezza prescrittiva, alla scelta e l’adozione di Clinika, dimostratosi subito efficace e attendibile, la strada percorsa è stata molta.

Allo stato attuale:

  • il volume totale di prescrizioni elaborate mensilmente è circa 450.000;
  • i protocolli/RAO implementati nel sistema e monitorati sono una decina;
  • sono prodotti automaticamente, ogni mese, i report per i 360 medici della ex ULSS 20 Verona.

È pianificata l’estensione del sistema a tutto il territorio della nuova AULSS 9 Scaligera e, quindi, l’acquisizione di tutte le prescrizioni ed il monitoraggio dei 700 medici convenzionati con l’AULSS 9.

Clinika QDNA e altro…

A conclusione dell’intenso percorso sviluppato, gli scenari di nuovi orizzonti sono stati mostrati da Lorenzo Della Sciucca, Principal consultant presso IG Consulting, che ha presentato in anteprima i nuovi servizi e soluzioni targati Clinika.

Uno su tutti Clinica QDNA, il nuovo software, in fase d’implementazione, che permette di:

  • capire da cosa sono causate le richieste di una prestazione specialistica;
  • valutare la domanda di prestazioni correlata a un preciso problema di salute;
  • individuare quali sono le motivazioni correlate a una prescrizione con criterio non appropriato;
  • ottenere, nelle fasi di progettazione di un nuovo RAO/protocollo, una fotografia molto dettagliata delle motivazioni cliniche con cui i medici dell’Azienda Sanitaria stanno prescrivendo le prestazioni contemplate nel RAO/Protocollo.

Soluzioni innovative a supporto dei processi decisionali per la sanità. Ecco come chi già la utilizza, e chi lavora per migliorarla, può sostenere che Clinika si confermi la soluzione più appropriata per migliorare la clinical governance e l’efficienza in ambito sanitario.


Credits Immagini:

Immagine di copertina, Photo by rawpixel on Unsplash
III° immagine. Photo by rawpixel on Unsplash
Maps Group
Dai dati alle informazioni: interpretare il presente, disegnare il futuro.