Dalle origini alla quotazione in borsa.
Una storia costruita sulla condivisione della conoscenza

Il percorso della società inizia nel 2002: MAPS nasce come software house con una forte inclinazione verso le più attuali metodologie di sviluppo e tecnologie software.

 

Già nel 2007 avviene la prima svolta. Con l’arrivo di nuovi soci proprietari e un management rinnovato il focus si sposta sui servizi strategici per i contesti più complessi, rappresentati dai grandi fornitori di servizi e le Pubbliche Amministrazioni.

Nel 2011 MAPS si focalizza su nuovi asset nel mercato healthcare. Lo sviluppo aziendale prosegue con l’acquisizione e la creazione di una rete di aziende specializzate: IG Consulting, Memelabs e Artexe – dove si concretizzano nuovi prodotti per la verifica delle performance e il controllo di gestione negli enti pubblici (soprattutto aziende sanitarie) – e Roialty, con i suoi strumenti di profilazione progressiva e di fidelizzazione digitale.

Dal 2016 si stabiliscono nuovi obiettivi: promuovere il settore Ricerca e Sviluppo di soluzioni, sempre incentrate sull’ascolto dei bisogni degli utenti e la coerenza della propria offerta, e intensificare la propria presenza nel settore Retail.

Dal 2011 fino al 2019 prosegue in maniera incrementale la crescita dell’azienda. In otto anni, Maps Group diviene una solida realtà imprenditoriale con un volume d’affari di circa 17 milioni di euro e oltre 180 collaboratori distribuiti su 5 sedi in Italia, nelle città di Parma, Milano, Modena, Prato e Genova.

Nel 2019 viene varato un nuovo progetto di sviluppo della società, che prende avvio con la quotazione della società sul mercato di Borsa Italiana nel segmento AIM: l’accesso al mercato finanziario per Maps rappresenta l’occasione per accelerare ulteriormente i suoi piani di sviluppo, ma soprattutto consolidare la cultura della trasparenza, dell’etica e della sostenibilità tipica di una moderna pubblic company.

clicca sull’immagine per ingrandirla