Del perché tutte le strade portano a Roma: l’innovazione e le infrastrutture.

site-admin

site-admin

Cosa c’entrano i Romani con la nostra rubrica sull’innovazione e la relativa ricaduta sociale in termini di performance su quelle che nell’articolo “inaugurale” abbiamo chiamato “cornici di realtà”? Lo scopriremo affrontando il primo degli approfondimenti previsti, sul tema “Reti e infrastrutture”, ma prima partiamo da una necessaria – e breve – premessa.

Quali infrastrutture?

Con infrastrutture si intende ciò che viene chiamato anche “capitale sociale fisso”, ovvero quella dotazione, per così dire patrimoniale, di uno stato che non contribuisce direttamente alla produttività, ma che ne è il presupposto essenziale.
Senza entrare in ulteriori dettagli e distinzioni, possiamo però dire che tali infrastrutture si differenziano anche sulla base del loro essere “puntuali” o meno. Una scuola o un ospedale sono puntuali. Una strada o una rete ferroviaria hanno invece un carattere reticolare: sono formate da linee che possono incontrarsi e concentrarsi in punti, come le stazioni della Ferrovia, gli snodi di un’autostrada, oppure i punti di raccolta e di erogazione di un servizio.

Di queste reti parliamo oggi, aggiungendo che nel mondo digitale attuale non è detto poi che tali linee siano reali e concrete, ma possono essere anche più sfuggenti a categorizzazioni tradizionali: come definire le tratte che solcano il cielo nazionale, interrotte dagli scali? Come descrivere le maglie delle reti tecnologiche con i loro nodi, tanto essenziali per ogni nostra – è davvero il caso di dirlo – quotidiana attività?
Si tratta di reti di cui beneficiano appunto sia i soggetti produttivi, come le aziende, che i consumatori, e ciò soddisfa i parametri che avevamo fissato nel succitato articolo per la nostra piccola indagine: l’essere il luogo di incontro tra persone, cose e dati!

Per vedere allora come si realizza questo incrocio tra innovazione e infrastrutture – oltre a rimandare a una panoramica sui trasporti e sulla logistica già pubblicati sul Blog 6memes – siamo andati a caccia di ulteriori spunti.

L’importanza delle Reti

E arriviamo così a spiegare il perché di un titolo che torna indietro a rievocare perfino gli antichi Romani, che sono stati grandi costruttori di strade e, esagerando un po’, ma poi neanche tanto, con le strade hanno costruito un impero. Le reti infrastrutturali erano infatti già allora e sono per noi ancora oggi di cruciale importanza, siano esse concretissime strade sui cui si muovono merci e persone, o per noi anche impalpabili dati che veicolano la comunicazione nell’etere.
Infatti, se proverbialmente farraginosa e lenta è stata spesso, nella storia d’Italia, la costruzione delle infrastrutture, con il digitale e le tecnologie più innovative questo genere di problemi potrebbe e dovrebbe non solo trovare un efficace superamento, ma anche moltiplicare esponenzialmente il relativo vantaggio sociale: come si legge in questo articolo, non ammodernare e convertire in chiave tecnologica le infrastrutture potrebbe costarci caro… e non è un modo di dire!
A questo proposito è recente e incoraggiante la notizia riguardante l’iniziativa di Enel di installare una nuova generazione di contatori “intelligenti”: a questa rete in fibra – oltre ad agganciarsi il cosiddetto “Internet of Things”- potranno appoggiarsi le compagnie telefoniche, superando così i problemi che finora hanno ostacolato la diffusione della banda larga, giudicata un imperdibile starter per la nostra economia.

L’innovazione, a monte e a valle della Rete

In questa piccola ricerca abbiamo valutato inoltre come la tecnologia digitale e quella basata sui Big Data interessino tutti gli aspetti delle reti infrastrutturali e della loro “vita” sociale, agiscano insomma a monte e a valle dei processi, dall’erogazione del servizio da parte di Aziende ed Enti, alla fruizione del consumatore. Prendendo ad esempio le reti della mobilità abbiamo visto come l’innovazione agisca a tutto tondo, e in modo sinergico. Migliorando la gestione dei flussi, automaticamente ne ricavano beneficio l’esperienza e la sicurezza degli utenti.

In ambito aeroportuale ad esempio, dove la quantità di passeggeri da gestire è destinata ad aumentare di un 22% stimato al 2020, la soluzione è sempre più tecnologica e volta all’ottimizzazione di servizi e risorse: parcheggi robotizzati, business intelligence per la gestione dei flussi, biglietti digitali, come ci spiega questo interessante articolo.
Nel traffico ferroviario invece, ERMTS è un sistema che si avvale di tecnologie all’avanguardia per garantire l’interoperabilità ovvero la fluida circolazione dei convogli in Europa sulle linee che ne sono dotate.
Anche la sicurezza – di così grande attualità oggi – è oggetto di investimento tecnologico. Un solo esempio di casa nostra: grazie al passaporto biometrico e al riconoscimento facciale si possono superare i controlli in 20 secondi!

Insomma reti infrastrutturali sempre più innovative e utenti sempre più digitali – come gli Antichi Romani – alla conquista (pacifica) del mondo su strade tecnologiche!

 

approfondimenti

Per saperne di più


corriereinnovazione.corriere.it

corriereinnovazione.corriere.it/citymapper

nova.ilsole24ore.com

 

Salva

Salva

“Il nostro pensiero leggero, rapido quanto esatto, ben visibile - qui e altrove – in una molteplicità di modi, coerentemente dedicato al genio italiano che, circa trent'anni fa, se ne è andato, lasciandoci in dono le sue opere memorabili: Italo Calvino, e le sue indimenticabili Lezioni americane.”

- Gruppo Maps -

Quando l'innovazione tecnologica incontra la cultura

Vuoi seguire i nostri MEMES? Iscriviti a MEMEnto6, la newsletter del blog 6Memes

DISCLAIMER:
Il blog 6MEMES (il “Blog”) non rientra nella categoria dei prodotti editoriali ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n. 62. Ciascun autore, relativamente al contenuto degli articoli pubblicati sul Blog, si assume ogni eventuale responsabilità inerente alla violazione di diritti d’autore di terze parti. Il titolare del sito garantisce in ogni caso la piena disponibilità ad eliminare, ove adeguatamente motivato, ciascun materiale e/o articolo che rappresenti violazione dei diritti d’autore di terze parti.

Socializza

Ultimi tweet

Ultime notizie