IL MEGLIO DI 6MEMES: la curiosità di essere u-MANI.

Maps Group

Maps Group

Dai dati alle informazioni: interpretare il presente, disegnare il futuro.

Il meglio di 6MEMES di questi ultimi mesi…Curiosità ed esplorazione

 

L’importante è non smettere di fare domande, non perdere mai una sacra curiosità.

Albert Einstein

 

La curiosità è un atteggiamento di carattere esplorativo che consente di accrescere la conoscenza non solo del mondo e degli altri, ma anche di sé stessi. La curiosità rende la mente attiva e la prepara a nuove idee; inoltre scalza la noia e permette all’uomo di vivere nuove realtà.

Proprio la curiosità è stata il motore trainante del pubblico di 6MEMES che, nel periodo dicembre 2020 – febbraio 2021, ha prediletto articoli ‘esplorativi’ ricchi di informazioni e suggerimenti per stimolare visioni e varcare nuovi confini.

 

Mettere MANO, concretamente

In un questo periodo di incertezze e distanziamento fisico l’unica certezza rimasta è il tempo di cui disponiamo: e quale modo migliore per impiegarlo se non dando libero sfogo alla propria curiosità per nutrire, anche in momenti difficili, le emozioni, la creatività e l’immaginazione?

Ci ha pensato il blog 6MEMES attraverso alcuni consigli di lettura e visione dati nel periodo natalizio, che il pubblico di lettori ha premiato con il proprio apprezzamento.

Cuore e scienza sarebbero capaci di trovare un esatto punto di unione nella popolazione di bot che va costantemente incrementandosi? E come potrebbero integrarsi nella comunità umana i rappresentanti di questa nuova specie? L’iniqua distribuzione a livello sociale dei benefici apportati dalle nuove risorse tecnologiche condurrà la società verso uno scenario futuristico di diseguaglianza?

6MEMES ha proposto questi e altri argomenti colmi di risvolti e necessità di indagine, e il pubblico di lettori ha ricompensato tali sforzi mostrando curiosità e voglia di scoperta che, speriamo possano aver arricchito le giornate e il dialogo.

La curiosità, dunque, osserva ma anche scava e analizza. Sceglie quanto le aggrada e stimola, mentre tralascia il resto per altri giorni. I lettori di 6MEMES, dopo la ricchezza di elementi di scoperta presentati, hanno scelto – anche per il mese di gennaio – a cosa rivolgere il proprio interesse, cominciando a raccogliere strumenti per acuire le conoscenze e cogitare su un’opinione

E sono risultati vincenti, a pari merito, due articoli, il primo dei quali è anche il manifesto del blog 6MEMES per il 2021. Il filo conduttore che annoderà, in una trama di scoperta, le parole di 6MEMES di quest’anno, sarà la ricerca delle tracce di

Una nuova uMANItà digitale che, attraverso la tecnica, riscopra la sua vera natura, perduta in questi decenni di corse frenetiche, decisioni improvvide e predatorie nei confronti del pianete a del futuro, di noi tutti e dei nostri figli”.

Per governare la transizione digitale in corso, messa in moto lo scorso anno in maniera rapida e dirompente, occorrerà prima di ogni altra cosa che siano le persone a farsi carico del salto culturale e tecnologico con cura e devozione, lavoro ed etica, fiducia e lungimiranza. Una vera e propria questione di (u)MANI, necessariamente guidate da una vivace curiosità e un linguaggio opportunamente strutturato.

L’essere umano, con le proprie connessioni emotive, deve infatti riposizionarsi al centro della comunicazione nelle interazioni digitali in questo momento di trasformazione così estensiva e intensiva delle nostre società, come viene auspicato nel secondo articolo premiato dai lettori e scritto dalla nuova autrice del blog, Sonia Bertinat.

Perché ciò accada, è necessario METTERE MANO, CONCRETAMENTE, a nuove pratiche relazionali tra analogico e digitale, umano e tecnologico. Ma, nello specifico, cosa può comportare tutto questo?

 

La virtualizzazione dell’esperienza

Il nostro pubblico di lettori, dopo il ventaglio di arricchimenti culturali e concettuali proposti, si è indirizzato su un argomento contingente l’anomalo periodo che società e popoli del mondo stanno attraversando.

La curiosità ha, dunque, ceduto il passo all’esplorazione e l’indagine si è rivolta al mondo dei dati – nuova enciclopedia universale di conoscenza nell’era delle trasformazioni digitali – per capire come e quanto l’obbligata esperienza di virtualizzazione abbia avuto riscontro nei settori investiti dalla pandemia.

Ha dunque riscosso favore l’articolo di Lilith Dellasanta che, nel suo primo intervento del 2021, allaccia l’incipit del nuovo discorso all’ultima riflessione da lei narrata lo scorso anno: la virtualizzazione dell’esperienza di ogni utente che accede a specifici servizi è stata, senza dubbio, un modo per affrontare la burrasca in corso. Ma:

“Basterà a renderci felici sapere che, in una piovosa giornata invernale, non ci bagneremo per andare al lavoro? riusciremo a consolarci in qualche maniera alternativa, magari online, del dispiacere che ci porta la chiusura di teatri e cinema? I pagamenti digitali, infine, promossi anche dal cashback, manterranno la loro promessa di lotta all’evasione fiscale?”

Promessa (e nuova sfida) per l’autrice sarà di cercare i casi di successo. Scoprire, cioè, dove resilienza e tenacia di settori per vocazione “in presenza” (retail, arte e cultura, ad esempio) hanno permesso loro di mantenersi vitali nonostante i duri colpi subiti.

 

‘Metterci la faccia’… e non solo

Termina qui il nostro excursus attraverso il mondo 6MEMES, sebbene prima dei saluti vogliamo condividere assieme a voi una piccola considerazione: se è sempre importante ‘metterci la faccia’ per dimostrarsi affidabili e di valore, altrettanto è fondamentale METTERCI MANO.

Il virtuale e la digitalizzazione sono infatti l’infinito universo scaturito da strumenti concreti, e a nulla potrebbero senza qualcuno che li costruisca o li usi in quanto tali… maneggiandoli, ovviamente!


Credits immagine di copertina

ID Immagine: 53596153. Diritto d'autore: Jakarin Niamklang. 
ID Immagine: 74735505. Diritto d'autore: Jakarin Niamklang.
(Per i credits delle immagini di copertina degli articoli, vedere gli articoli stessi).

“Il nostro pensiero leggero, rapido quanto esatto, ben visibile - qui e altrove – in una molteplicità di modi, coerentemente dedicato al genio italiano che, circa trent'anni fa, se ne è andato, lasciandoci in dono le sue opere memorabili: Italo Calvino, e le sue indimenticabili Lezioni americane.”

- Gruppo Maps -

Quando l'innovazione tecnologica incontra la cultura

Vuoi seguire i nostri MEMES? Iscriviti a MEMEnto6, la newsletter del blog 6Memes

DISCLAIMER:
Il blog 6MEMES (il “Blog”) non rientra nella categoria dei prodotti editoriali ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n. 62. Ciascun autore, relativamente al contenuto degli articoli pubblicati sul Blog, si assume ogni eventuale responsabilità inerente alla violazione di diritti d’autore di terze parti. Il titolare del sito garantisce in ogni caso la piena disponibilità ad eliminare, ove adeguatamente motivato, ciascun materiale e/o articolo che rappresenti violazione dei diritti d’autore di terze parti.

Socializza

Ultimi tweet

Ultime notizie