Visibilità, originalità e semplicità: ecco i numeri di “6memes”, il nuovo blog del divenire.

site-admin

site-admin

Lo avevamo promesso e siamo qua: a un anno dall’avvio del blog 6memes diamo conto dei nostri numeri.

Prima, però, ricordiamo l’obiettivo originario del progetto: lanciare un blog su temi di solito inaccessibili attraverso un piano editoriale e uno stile comunicativo in grado di bilanciare tra loro contenuti informativi e d’intrattenimento, in un gioco di parole tra Letteratura e Numeri.

Due i topic portanti del progetto: la condivisione della conoscenza (Sharing Knowledge) e i Big Data, in un percorso di conversazioni alla portata di tutti, o quasi :-).
Proprio da questa sfida è partita l’idea di 6memes, per avvicinare anche i più restii al mondo dei dati – ancora sconosciuto – mostrandone le applicazioni concrete all’interno di contesti quotidiani, paralleli ai discorsi astratti di natura statistica, matematica o analitica che di solito li rappresentano.
Non abbiamo parlato, dunque – né lo faremo – solo di dati con la “D” maiuscola, quelli per i tecnici di settore, ma anche della possibilità di leggerli e interpretarli in un’ottica, diciamo così, umanistica.

Per fare questo abbiamo preso a prestito i “Six memos” di Calvino che, divenuti veri e propri tag all’interno del blog, lo hanno costellato di connessioni e percorsi tematici ad hoc, coerenti con la mission del progetto editoriale: regalare al lettore un’esperienza leggera, rapida, esatta, visibile, molteplice e coerente delle realtà innovative, seguendo l’insegnamento delle “Lezioni americane”.
Queste nuove tematiche, amalgamate insieme, hanno così dato vita a un blog che – con un centinaio di articoli pubblicati – non si presenta agli occhi del lettore come l’accostamento casuale di universi estranei tra loro, ma piuttosto come un tentativo di coabitazione, a volte fusione, di sistemi diversi di realtà, ciascuno aperto allo scambio con gli altri.

E proprio partendo da questi tag la prima sorpresa: in un gioco di marcatura che non ha alcuna pretesa di campionatura – se non quella dell’espressione di senso dei contenuti – scopriamo che tra le connotazioni di visibilità, coerenza, molteplicità, rapidità, esattezza e leggerezza è proprio la visibilità, a trovarsi in pole position, seguita dalla coerenza.
A significare che l’ipotesi fatta inizialmente da 6memes era più mirata del previsto: tecnologia e big data, se analizzati e utilizzati con consapevolezza, servono a rendere “visibili” argomenti, modelli, evenienze e coincidenze che altrimenti sarebbero sommerse dalla complessità in cui svolgono il loro quotidiano “lavoro”.

Per quanto riguarda invece i “numeri” veri e propri del blog, diamo conto solo brevemente – per non darci troppe arie 🙂 – del riscontro di pubblico che ha avuto nelle varie piattaforme, con un’impennata – mantenutasi poi costante – delle visite sul sito e un incremento considerevole lato social sia dei follower che delle visualizzazioni dei post.

Infine una “citazione” di merito agli articoli vincitori della nostra classifica, in cui a seconda del social hanno fatto presa temi diversi: per quanto riguarda Facebook è stato l’articolo dedicato ai Neuroni Specchio e la conoscenza, a vincere, seguito da un post sulle performance biologiche delle balene e uno sugli Open Data.

Per quanto riguarda Linkedin il primo posto va invece a Eduopen, seguito da un articolo sul DNA e i Big Data  e un altro sul potere predittivo dei dati.

A un anno quindi dal nostro start possiamo essere davvero lieti dei traguardi raggiunti, ringraziamo di cuore chi ci ha voluto seguire e dare la sua attenzione e chiudiamo con una citazione celebre di Calvino: “L’occhio non vede cose ma figure di cose che significano altre cose”. E con il nostro primo posto al tag visibilità speriamo di aver dato al nostro e al vostro sguardo qualche chance in più per guardare la realtà. Stay Tuned!

6memes Maps - Podio

Salva

“Il nostro pensiero leggero, rapido quanto esatto, ben visibile - qui e altrove – in una molteplicità di modi, coerentemente dedicato al genio italiano che, circa trent'anni fa, se ne è andato, lasciandoci in dono le sue opere memorabili: Italo Calvino, e le sue indimenticabili Lezioni americane.”

- Gruppo Maps -

Quando l'innovazione tecnologica incontra la cultura

Vuoi seguire i nostri MEMES? Iscriviti a MEMEnto6, la newsletter del blog 6Memes

DISCLAIMER:
Il blog 6MEMES (il “Blog”) non rientra nella categoria dei prodotti editoriali ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n. 62. Ciascun autore, relativamente al contenuto degli articoli pubblicati sul Blog, si assume ogni eventuale responsabilità inerente alla violazione di diritti d’autore di terze parti. Il titolare del sito garantisce in ogni caso la piena disponibilità ad eliminare, ove adeguatamente motivato, ciascun materiale e/o articolo che rappresenti violazione dei diritti d’autore di terze parti.

Socializza

Ultimi tweet

Ultime notizie