Trucco e parrucco per 6MEMES: il nostro blog cambia layout, ma non pelle!

restyling 6memes

A quasi due anni dal suo esordio il nostro blog è diventato… grande, e – giustamente – si dà qualche aria in più, inaugurando la nuova testata dedicata al nostro genio ispiratore, Italo Calvino!

E ampliando le proprie penne, grazie a un manipolo” di autori – Maria Bonifacio, Paola Chiesa, Giulio Destri, Anna Pompilio, Maurizio Pontremoli – che hanno deciso di metterci come si dice la faccia e di realizzare inedite rubriche tematiche, spaziando dall’ITC all’ambiente, dall’informatica al bene comune.

Il tutto attraverso un nuovo format che mette in primo piano loro, gli articoli, suddivisi e articolati secondo percorsi di lettura dedicati, grazie al nuovo menù laterale.

Immutato invece è lo spirito: condividere e contaminare tra loro conoscenza e sapere, tecnologia e cultura, alla ricerca di un modo accessibile per parlare di innovazione nelle sue forme non solo astratte e strategiche, ma anche quotidiane e concrete.

6MEMES: l'integrazione tra due mondi a volte non interoperabili, quello tecnico-scientifico e quello… Condividi il Tweet

Allo stesso modo, sempre fedele a se stesso è lo sguardo del blog: a tratti incisivo, a tratti ironico, sempre critico e in cerca di inediti punti di vista con cui raccontare le pressoché infinite novità che questi anni ci consegnano tra le mani senza che neppure ce ne accorgiamo.

L’orizzonte complessivo è quello che il Gruppo Maps persegue dalla sua fondazione: il confronto e l’integrazione tra due mondi a volte non “interoperabili”, quello tecnico-scientifico delle tecnologie e quello più sociale e umanistico del linguaggio, sia esso naturale o artificiale.

La visione del blog, che predilige la condivisione di un sapere positivo che possa migliorare la vita di ognuno in rapporto alla contemporaneità, fa dunque da sfondo ad approfondimenti non solo tecnici, ma anche divulgativi e a volte divertenti, cercando di allargare l’orizzonte di un sapere solitamente custodito nelle mani di pochi addetti ai lavori.

Confidiamo ora in voi, cari lettori, nella vostra presenza e partecipazione!

Natalia Robusti